C'era una volta... L'Omino Michelin

Mag N°1 • #Big Story Maggio 2021 • 7 min di ascolto

C'era una volta… l'Omino Michelin. Ecco la storia dell'amato compagno di strada e sorridente angelo custode che veglia sui camionisti di tutto il mondo. 


Homepage / Mag N°1

Ascolta il podcast:

podcast apple

podcast google

podcats spotify

podcast deezer

michelin site section newsletter titre

Fornendo il mio indirizzo e-mail e cliccando sul pulsante di seguito, accetto le Condizioni d'uso, prendo visione dell'Informativa sulla Privacy, acconsento al trattamento dei dati da parte di Michelin Italiana S.p.A. con le seguenti finalità:
1. Gestire la tua partecipazione al programma
2. Verificarne la tua soddisfazione
3. Inviarti informazioni commerciali e comunicazioni promozionali da parte di Michelin Italiana SpA
 
Il Titolare del Trattamento è Michelin Italiana SpA e i tuoi dati saranno trattati solo dal personale necessario e, ove applicabile, da società delegate. Hai il diritto di accedere, rettificare i tuoi dati o richiederne la cancellazione dai nostri database. Per questo puoi contattarci via email all'indirizzo: servizio.privacy@michelin.com

Un rappresentante Michelin può contattare l'utente se questi esprime il proprio interesse ad essere contattato in merito ad un'offerta di prodotti o servizi. Il rappresentante potrebbe essere il rappresentante locale Michelin o un rivenditore autorizzato Michelin della zona. Michelin rispetta la tua privacy. Le informazioni inviateci sono protette dalla nostra IPolitica sulla Privacy. 

_ *
Sei…
  • Un trasportatore
  • Un rivenditore di pneumatici
  • Altro
0

Dai camion brasiliani al tuk-tuk delle trafficate strade di Bangkok

Ovunque siate nel pianeta, è probabile che abbiate visto un’Omino Michelin posizionato sul tettuccio di un veicolo, dai camion sulle strade solitarie del Brasile ai tuk-tuk nelle strade trafficate della Thailandia.

Vi siete mai chiesti come sia nata questa mascotte? Come ha fatto l'Omino Michelin a diventare quel personaggio internazionale che tutti conosciamo, e persino un oggetto da collezione, e come è nata la curiosa idea di metterlo sulla cabina dei camion? Scopriamolo insieme.

Per rispondere a queste domande dobbiamo tornare alle origini dell'Omino Michelin. 

“Nunc est Bibendum”: i pneumatici Michelin si bevono gli ostacoli

Alla fine del XIX secolo, quando nasceva l'azienda Michelin, durante l’esposizione dei prodotti alla fiera di Lione, uno dei fratelli Michelin notò che aggiungendo braccia e gambe alla pila di pneumatici che si trovavano nello stand, questi avrebbero assunto l'aspetto di un uomo.

Qualche anno dopo, con il contributo di un fumettista, nacque l'Omino Michelin. O meglio, la sua prima versione. In realtà venne adattato a partire dal personaggio della pubblicità di un produttore di birra tedesco; nel corso dell’adattamento, è passato dal bere birra alla capacità di “bere gli ostacoli della strada”, come diceva il primo slogan, per rendere il viaggio più confortevole. Questa è l’idea all'origine del suo nome: Bibendum, dalla frase latina “Nunc est Bibendum” che significa “è l’ora di bere”! 

L'Omino Michelin è un ambasciatore, non un semplice logo

A quei tempi, come avrete visto nei vecchi film, i pneumatici erano bianchi, quindi il personaggio adottò naturalmente quel colore che poi ha mantenuto fino ad oggi. Inoltre, all’epoca, il mercato principale dei pneumatici non erano le automobili ma le ruote delle biciclette, quindi fu creato come un assemblaggio di anelli sottili, a differenza di quelli che conosciamo oggi.

L’Omino divenne immediatamente l'ambasciatore del Brand Michelin: nelle campagne promozionali dell'inizio del XX secolo, persone vestite in costume da Omino Michelin distribuivano per strada piccoli Bibendum come gadget. Potete immaginare facilmente come sia diventato ben presto popolare.

Il simpatico personaggio, che ispirava fiducia e metteva in evidenza il comfort dei pneumatici MICHELIN, ebbe un enorme successo. Inoltre, essendo un ambasciatore della Marca e non un logo fisso, ha avuto la possibilità di evolversi nel corso degli anni riuscendo a rimanere sempre in sintonia con il cambiamento degli stili di vita e persino di entrare con successo nel mondo digitale.

Una figura sempre sorridente e premurosa

Potete vederlo da soli: nell’arco di un secolo si è sbarazzato del sigaro e del monocolo, ha perso ogni legame con il bere - un’associazione non proprio ideale con la guida - ed ha trovato una forma migliore: ha perso peso nonostante sia passato da sottili pneumatici da bicicletta a spessi pneumatici da camion, è ringiovanito ed ha abbandonato gli stivali per le scarpe da guida sportive. Tutti questi cambiamenti lo hanno reso certamente molto più mobile, ma un elemento è rimasto: il colore bianco.

Ecco come lo riassume Helen Tattersall Responsabile Licenze Accessori Michelin: “L’Omino Michelin incarna i nostri valori e riflette i nostri clienti ed è per questo che cambia con loro. È anche un richiamo al messaggio legato all’uso dei nostri pneumatici: qualunque sia la marca del vostro camion, con Michelin siete al sicuro”.

Grazie all’insieme dei valori positivi che rappresenta e alla capacità di essere sempre al passo coi tempi, il successo dell'Omino Michelin non conosce declino. Tanto che nel 2000, poco dopo aver compiuto 100 anni, è stato eletto miglior logo del mondo dal Financial Times e uno studio ha dimostrato che il 90% della popolazione mondiale è in grado di riconoscerlo immediatamente!

Ma tutto questo non ci dice come sia finito sulle motrici dei camion. E allora scopriamolo subito.

Un prodotto iconico apparso all'inizio degli anni 50 

A un certo punto, nel corso di questa incredibile storia di successo, alcuni clienti Michelin entusiasti ebbero l'idea di attaccare le loro mascotte promozionali dell'Omino Michelin sul tetto dei loro automezzi, in particolare sui camion.

Dopo la Seconda Guerra mondiale, lo sviluppo dei pneumatici radiali, una rivoluzione nell'industria automobilistica, ha accelerato questo movimento, rafforzando la presenza di Michelin nel mondo dei mezzi pesanti ed ha inoltre associato l'ambasciatore del Brand all’eccellente livello di sicurezza offerto dai suoi pneumatici. Dato che l'immagine dell'Omino Michelin era ormai l'incarnazione perfetta dei valori di Michelin, in quanto mascotte tridimensionale è diventata una sorta di angelo custode che veglia sul conducente e sul suo camion... tenendo ambedue al sicuro!

Così negli anni '50 Michelin ha deciso di produrre mascotte di qualità migliore e più resistenti, disegnate appositamente per essere montate sul tetto dei camion. L'idea stravagante di alcuni fan di Michelin si è trasformata, quindi, in una vera e propria tradizione nel mondo dei camionisti.

Icona del marchio amata da tutti e universalmente riconosciuta, l'Omino Michelin è un simbolo davvero unico, che non ha eguali nel mondo dei camionisti o altrove.

post media a once upon a time

post media b once upon a time

post media c once upon a time

post media d once upon a time

I più gettonati

#SOTTO I RIFLETTORI

Mobilità sostenibile: tutto è collegato!


#I NOSTRI CONSIGLI

3 consigli per la scelta dei pneumatici per i camion nuovi


#ENTRA NELLA LEGGENDA

Un viaggio attraverso i decenni

You are using and outdated Web Browser..

You are using a browser that is not supported by this website. This means that some functionality may not work as intended. This may result in strange behaviors when browsing round.

Use or upgrade/install one of the following browsers to take full advantage of this website

Firefox 78+
Edge 18+
Chrome 72+
Safari 12+
Opera 71+