Normative in Italia

Montaggio di pneumatici nuovi su autocarri e autobus

Michelin consiglia di montare pneumatici con un disegno del battistrada identico sullo stesso asse. 
Da un punto di vista tecnico, i pneumatici equipaggianti lo stesso asse del veicolo devono essere identici.
I regolamenti che trattano la questione, in effetti, sono dello stesso avviso: i pneumatici sullo stesso asse devono essere dello stesso tipo.
Per stesso tipo si intende che non differiscano per:

  • produttore;
  • designazione della misura del pneumatico;
  • categoria di impiego (normale, oppure da neve, oppure per uso temporaneo);
  • struttura (diagonale, diagonale cinturata, radiale, per marcia a piatto);
  • simbolo della categoria di velocità;
  • indice di capacità di carico;
  • sezione trasversale (stesso disegno trasversale, quindi stesso battistrada).

Per la vostra sicurezza, quindi, si raccomanda di montare sempre pneumatici identici su uno stesso asse, con livelli di usura molto simili.
L’utilizzo della ruota di scorta, anche se di Marca e disegno diversi, è consentito solo per situazioni temporanee di evidente necessità.

Montaggio di pneumatici riscolpiti

Secondo il Codice della Strada è possibile montare pneumatici riscolpiti su qualsiasi asse dei veicoli con massa massima superiore a 3,5 t, anche per il trasporto di persone o di materiali pericolosi. I pneumatici progettati e costruiti in modo idoneo a poter essere riscolpiti devono essere marcati su entrambi i fianchi con la sigla “REGROOVABLE” o con il simbolo "          " di almeno 20 mm di diametro.
Il regolamento consente il montaggio di pneumatici riscolpiti su tutti gli assi dei veicoli commerciali, anche per il trasporto di persone o materiali pericolosi, a condizione che siano soddisfatti determinati altri criteri in relazione alle dimensioni del pneumatico e al modello e metodo di riscolpitura.

 

posizione riscolpiti

 

Montare pneumatici ricostruiti

I pneumatici MICHELIN Remix sono pensati e fabbricati per essere utilizzati sugli assali motore e assali per rimorchi.
Si consiglia di non montare pneumatici MICHELIN Remix sul primo assale sterzante degli autoveicoli, compresi quelli con battistrada Z.
È possibile montare i pneumatici MICHELIN Remix sul secondo assale anteriore di autocarri rigidi 8 x 4.


Montaggio uniforme su un assale che presenti solo pneumatici ricostruiti

Le seguenti caratteristiche tecniche dei pneumatici ricostruiti devono essere le stesse:

  • marca del ricostruttore,
  • misura del pneumatico,
  • struttura del pneumatico,
  • codice di velocità e indice di carico, e
  • categoria di utilizzo del pneumatico.

È VIETATO montare pneumatici ricostruiti da diversi ricostruttori sullo stesso assale, indipendentemente dalla marca della carcassa.

È PERMESSO montare pneumatici ricostruiti dallo stesso ricostruttore, indipendentemente dalla marca della carcassa.

pneumatici ricostruiti

 

Montaggio misto (nuovo – ricostruito) sull’assale

Il montaggio MISTO di pneumatici omologati, sullo stesso assale, è possibile solo se:
Il ricostruttore e i nuovi marchi sono gli stessi.
I marchi della carcassa sono gli stessi (nuovi e ricostruiti).
Le seguenti caratteristiche tecniche dei pneumatici ricostruiti e nuovi, montati sullo stesso assale, devono essere le stesse:

  • marchio di carcassa e ricostruttore,
  • misura del pneumatico,
  • struttura (radiale o diagonale),
  • codice di velocità e indice di carico, e
  • categoria di utilizzo del pneumatico (strada, all terrain, neve – marcatura M+S)

disegno batt assale

Profondità della scultura del battistrada sullo stesso asse

La differenza tra la profondità delle scanalature principali su due pneumatici montati sullo stesso asse non deve superare i 5 mm.

Durata del prodotto

I pneumatici sono costituiti da diversi tipi di materiali, compresi componenti a base di gomma, le cui proprietà evolvono nel tempo.
Per ciascun pneumatico, questa evoluzione dipende da molti fattori, come il clima, le condizioni di immagazzinamento (temperatura, umidità, posizione, ecc.), le condizioni di utilizzo (carico, velocità, pressione di gonfiaggio, danni a causa delle condizioni della strada, ecc.) a cui il pneumatico è sottoposto durante la sua vita.
Dato che questi fattori sono molto variabili, è impossibile prevedere la durata di un pneumatico con precisione. Questo è il motivo per cui, oltre ai controlli regolari da parte dell’utente, si raccomanda di effettuare controlli regolari anche da uno specialista, che determinerà la destinazione di utilizzo del pneumatico. Un’ispezione di questo tipo dovrebbe avvenire almeno una volta all’anno, a partire dal 5° anno dall’entrata in servizio di un pneumatico. Come misura precauzionale, anche se la condizione complessiva del pneumatico appare buona a occhio nudo e la profondità di usura del battistrada è entro quello stabilito da legge, Michelin consiglia di cambiare le gomme quando raggiungono dieci anni.
Questo limite di età di dieci anni viene calcolato a partire dalla data nella marcatura DOT.

Usura e condizioni dei pneumatici

Il Codice della Strada recita, all'art. 237:

“Sia le ruote che i pneumatici, o sistemi equivalenti, montati sugli autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori, rimorchi e filoveicoli devono essere in perfetta efficienza, privi di lesioni che possono compromettere la sicurezza. 

Il battistrada, ove previsto, dovrà avere il disegno a rilievo ben visibile su tutta la sua larghezza e su tutta la sua circonferenza; la profondità degli intagli principali del battistrada dovrà essere di almeno 1,60 mm per gli autoveicoli, i filoveicoli e rimorchi... Per intagli principali si intendono gli intagli larghi situati nella zona centrale del battistrada che copre all’incirca i tre quarti della superficie dello stesso."

picto capture page 10 wear by country help and advice

Riparazione dei pneumatici

Durante la sua vita, un pneumatico è sottoposto a una serie di sollecitazioni e tensioni e può essere danneggiato in vari modi.
È pericoloso ignorare i danni ai pneumatici. I pneumatici MICHELIN sono pensati per essere riparati, in certe circostanze.

Tuttavia, non tutti i tipi di danni possono essere riparati. La riparazione di un pneumatico è un lavoro per professionisti formati e qualificati.
Il riparatore di pneumatici è sempre l’unico responsabile della precisione e della qualità della riparazione dei pneumatici. Prima di essere riparati, i pneumatici devono essere sempre smontati e ispezionati accuratamente all’interno e all’esterno dal professionista.

Michelin declina ogni responsabilità per le conseguenze di eventuali danni o lesioni causati dall’uso di pneumatici contrario alle sue raccomandazioni

Marcature invernali

logo badge 3pmsf full help and advice


3PMSF – 3 Peaks Mountain Snow Flake

Questo simbolo si trova sui pneumatici invernali appositamente progettati per offrire un’aderenza e una mobilità adatti alla guida invernale.
Questo marcaggio viene assegnato sulla base di un test regolamentato (UNECE R117) che misura la trazione in accelerazione su neve battuta. Attualmente, solo i pneumatici che superano questo test possono essere inseriti in questa categoria e il marcaggio sarà visibile sul fianco del pneumatico.
Su tutti i pneumatici con marchiatura 3PMSF è presente anche la marcatura M+S.

logo badge m s full help and advice


M+S – Mud & Snow

Il marcaggio M+S non è soggetto a un test di prestazione regolamentato: esso è invece apposto dal produttore.
Solo il marcaggio M+S è attualmente e universalmente riconosciuta come identificativo dei pneumatici per uso invernale (UNECE R54 e R117).

Per far sì che i pneumatici siano adatti all’uso previsto, raccomandiamo di controllare sistematicamente le marcature M+S e/o 3PMSF sui fianchi, ma anche la nostra documentazione e il nostro sito web.

Firefox 78+
Edge 18+
Chrome 72+
Safari 12+
Opera 71+