wave5 training header

Formazione degli autisti: la chiave dell'efficienza!

Pubblicato il 29 settembre 2022 - 5 minuto/i di lettura

La formazione professionale è una questione strategica per le aziende di autotrasporto. Perché è importante formare regolarmente gli autisti per essere più efficienti? Quali formazioni proporre, oltre a quelle obbligatorie per legge, e quando?
Siamo andati nel sud-ovest della Francia per incontrare Patrick Ambal, direttore operativo, e Alexandre Frouillou, camionista.
Entrambi lavorano presso l’azienda di autotrasporti Tout pour le fruit, situata all’interno del MIN - Mercato all'ingrosso - a Montauban. L'azienda, fondata nel 1987 da Pierre Bournet, conta oggi 40 dipendenti, la maggior parte dei quali sono camionisti.

Ascolta il podcast:

wave5 training portraits

Patrick Ambal, direttore operativo di Tout pour le Fruit

“Mi chiamo Patrick Ambal, ho 57 anni. Sono entrato nel settore dei trasporti un po' per caso, attraverso i lavori pubblici. Dopo una carriera militare nell’esercito fino al 2000, ho lavorato per circa quindici anni in proprio nel settore degli scavi sotto-vuoto. All'epoca avevo 3 dipendenti.

Nel 2016 sono entrato a far parte dell'azienda
Tout pour le Fruit come autista su tratte nazionali a lunga percorrenza.
Nel marzo 2021, Patrick è diventato direttore operativo per i 3 stabilimenti dell'azienda. “Coordino un totale di 34 autisti. La nostra flotta è composta da 10 motrici, 15 trattori e una ventina di rimorchi”, precisa Patrick.

“Più un autista è preparato, più è rilassato nel suo lavoro e più lo apprezza. La conoscenza elimina possibili ansie e stress.”

Patrick Ambal, direttore operativo di Tout pour le Fruit


wave5 training img2

Alla domanda sull'importanza della formazione, il direttore risponde senza esitazione: “Più un autista è preparato, più è rilassato nel suo lavoro e più lo apprezza. La conoscenza elimina possibili ansie e stress. La teoria, unita alla pratica, permette di trovare più rapidamente la soluzione a un problema.”

Per Patrick la priorità per un autista è concentrarsi sulla guida, senza doversi preoccupare di eventuali problemi tecnici. “Sono stato al fianco degli autisti alla guida, era il mio lavoro. Conosco molto bene la loro vita di ogni giorno.”
Quando Michelin gli ha proposto un piccolo modulo di formazione per controllare meglio i pneumatici ha accettato subito!
Tre anni fa, nel luglio 2019, tutti gli autisti di Tout pour le fruit hanno partecipato a turno al corso di formazione di mezza giornata sui pneumatici MICHELIN.

“Non è comune far fare gli autisti una formazione non obbligatoria”, commenta Edouard Fadel, formatore clienti BtoB di Michelin, che ha realizzato la formazione presso Tout pour le fruit. “Pierre Bournet, il proprietario dell'azienda, aveva notato che gli autisti non facevano sistematicamente il controllo di tutto il veicolo e voleva responsabilizzarli sulla manutenzione del camion che guidano, e in particolare sui loro pneumatici. In questo modo si evita di perdere tempo con un guasto durante la consegna.”

Alexandre Frouillou, 31 anni, camionista dell’azienda di autotrasporti dall'aprile 2017, ricorda.
“Ho imparato molto durante quella formazione. Mi ha anche rinfrescato la memoria su concetti pratici che mi erano stati insegnati quando facevo il meccanico.”
Alexandre ha un diploma professionale in meccanica automobilistica e ha lavorato per qualche tempo in un'officina prima di diventare camionista, dopo avere seguito un percorso di riqualificazione.
“In officina, a volte, sostituivo i pneumatici dei camion, cose basilari, ma non si può dire che fossi un esperto. Non avevo idea di operazioni come la ricostruzione o la riscolpitura. Non sapevo quando cambiare i pneumatici o quando permutarli farli ruotare.”

Edouard Fadel spiega: “La riscolpitura può far aumentare la percorrenza chilometrica fino al 25% e può far risparmiare fino a 2 litri di carburante ogni cento chilometri rispetto ad un convoglio trattore + semirimorchio con pneumatici nuovi. Inoltre, offre il 10% in più di aderenza sul bagnato rispetto allo stesso pneumatico usato che non viene riscolpito.”

wave 5 edouard fadel

Edouard Fadel, formatore clienti BtoB di Michelin

Dopo la formazione Alexandre è stato nominato da Patrick responsabile dei pneumatici della stabilimento di Montauban.

“Come responsabile dei pneumatici mi occupo delle scorte. Le controllo ogni 15 giorni. Quando un autista ha bisogno di un consiglio, fornisco un primo parere, se le mie conoscenze mi consentono di rispondere. E, quando necessario, mi faccio affiancare dall'esperto di pneumatici dell'officina”, spiega Alexandre.

“Alex è un autista coscienzioso, appassionato di meccanica. Ha sete di imparare e ha voglia di formarsi. È molto apprezzato. Per fare questo lavoro bisogna avere passione”, dice Patrick.
L'ex camionista confida: “Alcuni autisti sono davvero proattivi e motivati, mentre altri ritengono che la formazione non sia utile o sia una perdita di tempo e questo è indipendente dall'età o dall'esperienza dell’autista.”

“Non chiederò necessariamente una formazione specifica, ma se mi viene proposta, sono sempre pronto. Mi piace imparare sempre cose nuove.”

Alexandre Frouillou, camionista di Tout pour le fruit

“Non chiedo necessariamente una formazione specifica, ma se mi viene proposta, sono sempre pronto. Mi piace imparare sempre cose nuove”, dice Alexandre, che ha appena completato il suo secondo corso di formazione obbligatoria a febbraio.
Questa formazione, appunto, è obbligatoria e tutti gli autotrasportatori francesi in attività devono seguirla ogni 5 anni.
Ha una durata di 35 ore e può essere svolta in 5 giorni consecutivi o suddivisa in 3 più 2 giorni.
L'obiettivo è quello di consentire agli autisti di camion di aggiornare le proprie conoscenze su tutti i veicoli commerciali di peso superiore a 3,5 tonnellate.

“Trovo interessante la formazione sui camion. Con i veicoli di oggi, pieni di elettronica e tecnologia, se non ce la spiegano, non possiamo sapere istintivamente come funziona. Abbiamo bisogno di un minimo di supporto per capire come fare. Anche se all'inizio richiede un po' di tempo, in seguito se ne risparmia di più”, dice il giovane camionista.

Patrick annuisce: “Organizzerò presto una formazione su come gestire i nuovi tachigrafi digitali. È una fonte di stress per molti autisti e voglio davvero evitarlo alle mie squadre.”
Come promemoria, dal 2006 il tachigrafo digitale ha sostituito il dispositivo a disco cartaceo nei veicoli di oltre 3,5t in Europa. La sua funzione principale è registrare i dati dell’autista. In altre parole, si tratta di un registro di bordo dell’autista.
Le schede tachigrafo sono utilizzate da un milione di aziende di trasporto e da oltre sei milioni di autisti professionisti in tutta Europa(2).

wave5 training img3

Oltre alla formazione, Patrick ricorda l'importanza del tutoraggio all'interno dell'azienda per sostenere i nuovi autisti.

“Il tutoraggio è fondamentale. Consiste nel guidare il nuovo assunto, che sia a tempo determinato o indeterminato, e fa parte del pacchetto di formazione. Grazie al tutor che trasmette le sue conoscenze, si è più efficienti in seguito. Ho impostato dei tutoraggi per settore: regionale o nazionale. Durano 2-3 mesi al massimo. A dire il vero, alcuni rispondono molto bene, altri meno”, dice Patrick.

Infine, ma non meno importante, quando organizzare la formazione per non distogliere troppo gli autisti dal lavoro?
Patrick risponde: “Come spesso accade nel nostro settore, è tutta una questione di organizzarsi in anticipo. Se si pianifica in anticipo, non si ostacolerà troppo il ritmo del lavoro. Ma è chiaro che i corsi di formazione brevi, di una giornata o anche di mezza giornata, sono i più adatti e apprezzati nella nostra attività!”

quotation right white

BUONE IDEE

1- Chiedete regolarmente ai vostri autisti quali problemi incontrano durante il lavoro, in modo da poter proporre una formazione adeguata. Come Alexander, probabilmente saranno interessati se avete forza propositiva.

2- Non esitate a richiedere brevi corsi di formazione ai vostri fornitori di componenti. Sono pronti ad ascoltarvi e ad aiutarvi a utilizzare meglio i loro prodotti o servizi.

3- Pensate al tutoraggio per facilitare l'accoglienza e l'integrazione dei nuovi autisti. È un prezioso strumento di formazione interna e un incentivo alla produttività!


FONTE

(1) Studio della British firm Transport Intelligence (TI) pubblicato nel 2021
(2) https://www.thalesgroup.com/fr

Intervista a Patrick Ambal del 4 aprile 2022.
Intervista a Alexandre Frouillou del 5 aprile 2022.

UNISCITI ALLA
COMUNITÀ !

Fornendo il mio indirizzo e-mail e cliccando sul pulsante di seguito, accetto le Condizioni d'uso, prendo visione dell'Informativa sulla Privacy, acconsento al trattamento dei dati da parte di Michelin Italiana S.p.A. con le seguenti finalità:
1. Gestire la tua partecipazione al programma
2. Verificarne la tua soddisfazione
3. Inviarti informazioni commerciali e comunicazioni promozionali da parte di Michelin Italiana SpA

Il Titolare del Trattamento è Michelin Italiana SpA e i tuoi dati saranno trattati solo dal personale necessario e, ove applicabile, da società delegate. Hai il diritto di accedere, rettificare i tuoi dati o richiederne la cancellazione dai nostri database. Per questo puoi contattarci via email all'indirizzo: servizio.privacy@michelin.com

Un rappresentante Michelin può contattare l'utente se questi esprime il proprio interesse ad essere contattato in merito ad un'offerta di prodotti o servizi. Il rappresentante potrebbe essere il rappresentante locale Michelin o un rivenditore autorizzato Michelin della zona. Michelin rispetta la tua privacy. Le informazioni inviateci sono protette dalla nostra IPolitica sulla Privacy.

_ *
Sei…
  • Un trasportatore
  • Un rivenditore di pneumatici
  • Altro
Dimensione della flotta *
  • 0 veicolo
  • 1-10
  • 11-20
  • 21-50
  • 50+

You are using and outdated Web Browser..

You are using a browser that is not supported by this website. This means that some functionality may not work as intended. This may result in strange behaviors when browsing round.

Use or upgrade/install one of the following browsers to take full advantage of this website

Firefox 78+
Edge 18+
Chrome 72+
Safari 12+
Opera 71+