Come l' "Internet delle Cose" può ridurre l'impatto ambientale dell'industria dei trasporti

Pubblicato il 31 marzo 2022 - 8 minuto/i di lettura

Sensori, algoritmi e un sacco di dati... l' "Internet delle Cose" (IoT) può lasciare piuttosto disorientato chi non fa parte del settore tecnologico. Abbiamo quindi incontrato Thomas Ledoux*, VP per l’Engineering for Connected Mobility, Services and Solutions di Michelin, per capire come viene utilizzata nel settore dei trasporti per aumentare la sostenibilità e la sicurezza.

photo

photo

Thomas Ledoux, VP Michelin per l’Engineering for Connected Mobility, Services and Solutions

Come esperto IoT di Michelin, cosa significa IoT per te?

Thomas Ledoux: L'obiettivo dell'IoT deve essere quello di produrre dati qualitativi utili e sfruttabili per migliorare qualsiasi tipo di processo. Per esempio, diciamo a un cliente che il suo pneumatico è a 8 bar (116,03 psi) e 3 mm é probabile che non sappia cosa fare con queste informazioni. Se invece gli diciamo che tra 3 settimane il veicolo 11 ha bisogno di cambiare il pneumatico sul lato destro dell'asse sterzante gli diamo un’informazione fattiva! L'IoT si basa su hardware, algoritmi complessi e varie tecnologie, con l'obiettivo finale di migliorare i processi, la sicurezza, la sostenibilità e i tempi di attività, e semplificare la vita quotidiana.

Quali sono alcuni benefici concreti dell'IoT?

T.L.: In Europa, in media, i pneumatici vengono rimossi quando il battistrada ha una profondità residua di 4,8 mm. È abbastanza presto rispetto alla profondità minima legale (che varia da Paese a Paese, ma che può arrivare fino a 1 mm). Per i proprietari di flotte, controllare regolarmente i pneumatici su decine di veicoli è un lavoro considerevole; quindi, per garantire la sicurezza, essi cambiano i pneumatici prima del dovuto. Questo ha diverse conseguenze.

Prima di tutto, è uno spreco di denaro che impatta sul budget complessivo destinato ai pneumatici.
In secondo luogo, la resistenza al rotolamento di un pneumatico consumato è inferiore a quella di un pneumatico nuovo. Dal punto di vista ambientale, gli ultimi chilometri percorsi con un pneumatico consumato producono una minore quantità di emissioni di CO2. Ecco perché è così importante poter utilizzare i pneumatici del camion fino al loro vero fine vita.
Ed infine, il fatto di poter rimuovere un pneumatico quando è veramente a fine vita riduce il consumo di materie prime (meno pneumatici consumati).

Avendo la possibilità di sapere esattamente quando un pneumatico deve essere cambiato, i proprietari di flotte possono organizzare meglio le operazioni di manutenzione. Questo significa utilizzare pneumatici con meno di 4,8 mm di profondità del battistrada e arrivare in modo sicuro al vero fine vita. In breve, l'IoT consente la manutenzione predittiva che aumenta la sostenibilità, consente di sprecare meno pneumatici e porta vantaggi ai nostri clienti.


L'obiettivo dell'IoT deve essere quello di produrre dati qualitativi utili e sfruttabili per migliorare qualsiasi tipo di processo.

Qual è un esempio di soluzione di pneumatici IoT?

T.L.: MICHELIN QuickScan si occupa dell'usura dei pneumatici. Gli autisti passano sopra uno scanner, collocato in un luogo opportuno come l'ingresso del piazzale aziendale e, senza alcuno sforzo da parte loro, l'usura del battistrada di ogni singolo pneumatico viene analizzata e registrata. L'IOT ci permette di progettare soluzioni che monitorano i pneumatici quasi ogni giorno e di prevederne accuratamente l'usura. Questo dà ai nostri clienti tranquillità e li aiuta a concentrarsi sul loro lavoro: trasportare merci e persone..

Abbiamo anche sviluppato altre tecnologie connesse, come la tecnologia RFID (identificazione a radiofrequenza), posta all'interno del pneumatico, per identificarlo nel corso della sua vita. È una tecnologia che migliora la tracciabilità delle operazioni della flotta fino alla ricostruzione. Altre tecnologie connesse di MICHELIN possono misurare la temperatura e la pressione in tempo reale e avvisare i conducenti di lente perdite di pressione o di altri problemi correlati. Sapere esattamente cosa è stato fatto in termini di manutenzione per ogni pneumatico elimina le supposizioni e assicura un'accurata manutenzione predittiva.

Come impatta l'IoT sulla sostenibilità e la sicurezza?

T.L.: Queste tecnologie sono grandi leve di sostenibilità. Non si può immaginare il numero di pneumatici che si possono risparmiare solo controllando meglio l’usura, la pressione e la temperatura. Gestendo l'usura, si prolunga la durata di vita dei pneumatici e si può organizzare la manutenzione, evitando di buttare troppo presto molti pneumatici.

E potendo monitorare l'usura e la pressione si migliora quindi la sicurezza. Chiedete a qualsiasi camionista: vi dirà che la conformità dell'asse sterzante è estremamente importante per la sicurezza. Le nostre soluzioni danno le informazioni di cui si ha bisogno e la tranquillità che tutto è a posto.

Non si può immaginare il numero di pneumatici che si possono risparmiare solo controllando meglio l’usura, la pressione e la temperatura

Come evolverà l'IoT nei prossimi anni nel nostro settore?

T.L.: Presto inizieremo a integrare nelle soluzioni IoT nuovi algoritmi per rendere fattibile il concetto di platooning dei camion. Il platooning autonomo ౼ ovvero una colonna di più camion molto vicini per ridurre le emissioni ౼ è possibile solo se si conosce tutto di ogni pneumatico in ogni posizione. Pensateci, se avete una situazione di forte frenata, dovete essere sicuri che tutti i pneumatici siano in buone condizioni, in termini di pressione, usura e temperatura. Inoltre, i futuri sistemi di gestione della flotta, basati su applicazioni telematiche, andranno oltre i pneumatici e daranno ai proprietari una visione complessiva dell’intera flotta, compreso il comportamento del conducente, la gestione dei tempi morti, l'ottimizzazione dei percorsi, ecc., al fine di migliorare l'impatto ambientale, la sicurezza e l'efficienza complessiva.

*Intervista a Thomas Ledoux realizzata il 29 settembre 2021.

L'obiettivo dell'IoT deve essere produrre dati qualitativi utili e sfruttabili per migliorare qualsiasi tipo di processo.

Qual è un esempio di soluzione di pneumatici IoT?

T.L.: MICHELIN QuickScan si occupa dell'usura dei pneumatici. Gli autisti passano sopra uno scanner, collocato in un luogo opportuno come l'ingresso del sito e, senza alcuno sforzo da parte loro, l'usura del battistrada di ogni singolo pneumatico viene analizzata e registrata. L'IOT ci permette di progettare soluzioni che monitorano i pneumatici quasi ogni giorno e di prevederne accuratamente l'usura. Questo dà ai nostri clienti tranquillità e li aiuta a concentrarsi sul loro lavoro: trasportare merci e persone.

Abbiamo anche sviluppato altre tecnologie connesse, come la tecnologia RFID (identificazione a radiofrequenza), posta all'interno della gomma del pneumatico, per identificare i pneumatici durante la loro vita. È una tecnologia che migliora la tracciabilità delle operazioni della flotta fino alla ricostruzione. Altre tecnologie connesse di MICHELIN possono misurare la temperatura e la pressione in tempo reale e avvisare i conducenti di lente perdite di pressione o di altri problemi correlati. Sapere esattamente cosa è stato fatto in termini di manutenzione per ogni pneumatico elimina le supposizioni e assicura una manutenzione accurata

Come impatta l'IoT sulla sostenibilità e la sicurezza?

T.L.: Queste tecnologie sono grandi leve di sostenibilità. Non si può immaginare il numero di pneumatici che si possono risparmiare solo controllando meglio l’usura, la pressione e la temperatura. Gestendo l'usura si prolunga la durata di vita dei pneumatici e si può organizzare la manutenzione, evitando di scartare molti pneumatici troppo presto.

E potendo monitorare l'usura e la pressione si migliora quindi la sicurezza. Chiedete a qualsiasi camionista e vi dirà che la conformità dell'asse sterzante è estremamente importante per la sicurezza. Le nostre soluzioni danno loro le informazioni di cui hanno bisogno e la tranquillità di essere a posto.

UNISCITI ALLA
COMUNITÀ !

Fornendo il mio indirizzo e-mail e cliccando sul pulsante di seguito, accetto le Condizioni d'uso, prendo visione dell'Informativa sulla Privacy, acconsento al trattamento dei dati da parte di Michelin Italiana S.p.A. con le seguenti finalità:
1. Gestire la tua partecipazione al programma
2. Verificarne la tua soddisfazione
3. Inviarti informazioni commerciali e comunicazioni promozionali da parte di Michelin Italiana SpA

Il Titolare del Trattamento è Michelin Italiana SpA e i tuoi dati saranno trattati solo dal personale necessario e, ove applicabile, da società delegate. Hai il diritto di accedere, rettificare i tuoi dati o richiederne la cancellazione dai nostri database. Per questo puoi contattarci via email all'indirizzo: servizio.privacy@michelin.com

Un rappresentante Michelin può contattare l'utente se questi esprime il proprio interesse ad essere contattato in merito ad un'offerta di prodotti o servizi. Il rappresentante potrebbe essere il rappresentante locale Michelin o un rivenditore autorizzato Michelin della zona. Michelin rispetta la tua privacy. Le informazioni inviateci sono protette dalla nostra IPolitica sulla Privacy.

_ *
Sei…
  • Un trasportatore
  • Un rivenditore di pneumatici
  • Altro
Dimensione della flotta *
  • 0 veicolo
  • 1-10
  • 11-20
  • 21-50
  • 50+

You are using and outdated Web Browser..

You are using a browser that is not supported by this website. This means that some functionality may not work as intended. This may result in strange behaviors when browsing round.

Use or upgrade/install one of the following browsers to take full advantage of this website

Firefox 78+
Edge 18+
Chrome 72+
Safari 12+
Opera 71+